• Uncategorized

    Navigare fra scogli, isole e montagne di ghiaccio

    Il secondo viaggio di James Cook Il secondo viaggio di James Cook, che si svolse tra il 1772 ed il 1775, era stato commissionato dal governo britannico con la consulenza della Royal Society, per definire con certezza la presenza o meno del mitico continente Australe. Il capitano Cook ricevette il compito di condurre due navi, la Resolution e l’Adventure, in un viaggio nel corso del quale avrebbe effettuato con successo un’altra circumnavigazione, stavolta quella dell’Antartide, oltre ad addentrarsi più volte nell’immensa distesa del Pacifico meridionale. Tuttavia, dopo mesi di temperature sotto zero e di venti sferzanti si convinse che il grande continente australe non esisteva. L’equipaggio esausto fu felice di…

  • Esplorazioni

    Cinque navigatori nel Pacifico

    Introduzione ai viaggi di Cook I Patagoni, la principessa di Thaiti, le Isole Salomone, la prima donna che circumnavigò il mondo, la terra di Diemen, Batavia, Mandanao, morte a Chilca e tanto mare “navigando pel Grande Oceano”. Pubblichiamo quella che appare essere una delle più importanti opere divulgative del primo ‘800 dedicate all’esplorazione del Pacifico. Sono sei tomi, da noi riuniti in 4 volumi, pubblicati fra il 1816 ed il 1817 da quella che era allora la Tipografia Sonzogno. Non sono trascrizioni fedeli dei diari di viaggio, ma forse anche per questo sono appassionanti e facilmente leggibili. Le opere sono state poi riprese e ripubblicate nel 1830 dalla Stamperia Italiana…

  • Esplorazioni

    Cercando la “Terra australis incognita”

    Il primo viaggio di James Cook Trovare la terra australis incognita, questo è l’obiettivo segreto dell’Ammiragliato. Il 26 agosto del 1768 la Nave Endeavour, un brigantino a palo, salpa da Plymouth con a bordo una insolita varietà di passeggeri. Sono scienziati, astronomi, botanici e ben tre artisti disegnatori. Tutto ciò che vedranno andrà documentato con dovizia di particolari. Committenti della spedizione sono Re Giorgio III, tramite l’Ammiragliato Britannico, e la Royal Society, la più prestigiosa società scientifica al mondo. Sir Joseph Banks, uno degli scienziati a bordo, dopo quel viaggio ne diverrà il presidente. Uno degli scopi della spedizione è osservare il transito di Venere dall’isola di Tahiti, Oceano Pacifico.…

  • Biografie,  Esplorazioni

    Naufragio e schiavitù

    NAUFRAGIO E SCHIAVITÙ del signor di Brisson di Pierre-Raymond de Brisson Pierre-Raymond de Brisson, che viaggiava dalla Francia al Senegal, il 10 luglio del 1785 naufragò sulle coste di Cap-Blanc (attualmente nel nord della Mauritania, al confine con il Sahara occidentale vedi Google maps). Il naviglio sospinto dalle correnti venne gettato sulla spiaggia ed i mori Labesseba che si aggiravano per quelle inospite regioni, non tardarono a comparire e spogliarono i naufraghi che vennero fatti prigionieri e resi schiavi. Venduto da una tribù all’altra, attraversò i deserti con lunghe marce penose, custodendo pecore e capre, ed impiegato in lavori di ogni specie; di tratto in tratto veniva dal suo padrone…

  • Esplorazioni

    Dal Kamtschatka in Francia, nel 1788

    GIORNALE istorico DEL VIAGGIO del Signor DI LESSEPS CONSOLE DI FRANCIA dal Kamtschatka in Francia di Jean-Baptiste-Barthélemy baron de Lesseps Il libro inizia con queste emozionate ed emozionanti parole:“Io conto appena il mio quinto lustro, e sono già giunto all’epoca la più memorabile, della mia vita. Per lunga, e per felice ch’esser possa la carriera, che mi rimane a compire, sono in dubbio, se sarò mai più destinato per un’altra spedizione così gloriosa, come quella, che compiscono in questo momento le due fregate Francesi, la Bussola, e l’Astrolabio, comandate, la prima dal signor conte della Pérouse capo della spedizione, la seconda dal signor visconte di Langle.” Era appena sbarcato in…

  • Esplorazioni,  Storia

    1775 – La spedizione perduta di La Pérouse

    Viaggio di La Pérouse intorno al mondo “la storia del nostro viaggio può aggiungere qualche pagina a quella dell’uomo” di Jean François de Galaup, comte de Lapérouse o La Pérouse A cura di Louis Marie de Milet de Mureau, sulla base dei giornali di viaggio di La Pèrouse degli anni 1785, 1786, 1787 E 1788. Tradotto dal Cav. Angelo Petracchi con note del medesimo e pubblicato in Italia nel 1815 e nel 1833 Salendo al patibolo, pochi istanti prima che la lama della ghigliottina mettesse fine alla sua vita, il re Luigi XVI si rivolse a uno dei suoi carnefici e gli chiese: “Abbiamo notizie del signor di La Pérouse?…

  • Ricette

    Cucina Napolitana

    CUCINA TEORICO-PRATICA COMPOSTADAL CAV. SIG. IPPOLITO CAVALCANTIDUCA DI BUONVICINO Nona edizione (1852) “Quanto ho avuto il bene di esporre nella mia presente edizione non ho mirato alla vana gloria di comparire autore; ma unicamente a procurare un onesto passatempo a’ miei amici dilettanti di Gastronomia. Prego dunque umilmente i lettori di essa a volermi accordare il loro compatimento, e a gradire le proteste della mia rispettosa stima ed amicizia.” L’autore della Cucina teorica-pratica è un appassionato di gastronomia. Non un semplice appassionato, come tanti, ma uno colto e spigliato. Ma è anche un’ironico uomo di mondo che alla conclusione del suo lavoro scrive: “È fenuto pe Grazia de Dio.” ePub…

  • Narrativa,  Risorgimento,  Storia

    … in questo rapido sogno della vita.

    Il roccolo di Sant’Alipio di Antonio Caccianiga Pubblicato nel 1881, questo romanzo storico che prende spunto da una storia d’amore, si sviluppa durante la rivolta del Cadore guidata da Pier Fortunato Calvi e continua durante la sfortunata difesa della Repubblica Veneziana guidata da Daniele Manin dopo la cacciata degli austriaci. Il romanzo inizia con questa descrizione: “La neve cadeva a larghe falde a Pieve di Cadore, e il vento che soffiava dall’Antelao la portava sui ballatoi e sulle scale esterne delle vecchie case di legno, sui poggiuoli e sulle cornici dei balconi delle case nuove. Il nevischio penetrava in tutti gli angoli, si accumulava sugli abbaini dei tetti, si distendeva…

  • Audiolibri,  Narrativa

    E Dio creò grandi balene

    MOBY DICKO LA BALENA di Hermann Melville traduzione di Cesare Pavese Titolo dell’opera originale: «MOBY DICK OR THE WHALE» 1851 Nella vita di baleniere ai tropici vi avvolge una sublime mancanza di avvenimenti. Non sentite notizie, non leggete giornali, nessuna edizione straordinaria con resoconti impressionanti di banalità vi dà false e inutili eccitazioni; non udite parlare di dispiaceri domestici, di cauzioni fallimentari, di cadute di borsa, non avete mai il fastidio di pensare a cosa mangerete a pranzo, visto che per tre anni e più tutti i vostri pasti son belli e stivati nei barili e la lista è immutabile. Quando fu pubblicato, nel 1851, Moby Dick passò quasi inosservato.…

  • Esplorazioni

    Il Ruwenzori o le Montagne della Luna

    S. A. R. IL PRINCIPE LUIGI AMEDEO DI SAVOIADUCA DEGLI ABRUZZI Il Ruwenzori VIAGGIO DI ESPLORAZIONEE PRIME ASCENSIONIDELLE PIÙ ALTE VETTE NELLA CATENA NEVOSASITUATA FRA I GRANDI LAGHI EQUATORIALI DELL’AFRICA CENTRALE Relazione del Dott. FILIPPO DE FILIPPI lustrata da VITTORIO SELLA, Membro della Spedizione Dove avevano fallito esploratori inglesi come Henry Stanley riuscì Luigi Amedeo di Savoia che già aveva raggiunto i 5.849 metri del Sant’Elia in Alaska guidato la spedizione al Polo Nord e si preparava ad assaltare il K2. Cent’anni or sono il suo obiettivo era un massiccio innevato nel cuore dell’Africa al confine tra Uganda e Congo. I ghiacci perenni che svettano sulla linea dell’equatore alimentano i…

Follow by Email