• Racconti

    La scena è in Egitto

    In Egitto La Caccia della Jena di Michele Lessona La scena è in Egitto, a Khankah (non pronunzierete mai bene questo nome se non con una spina di pesce confitta nella gola): siamo al Nord-est del Cairo, una trentina di chilometri discosto dalla gran capitale, un po’ meno dal Nilo…“ Un piccolo libro o forse un racconto lungo che contiene tanti aspetti dell’800. Un racconto divertente, esotico, che ricorda nella prima parte la scapigliatura, ma che ha elementi scientifici e zoologici, ma anche romantici ed ironici. Un racconto curioso che si legge tutto d’un fiato, di un autore eclettico e profondamente immerso nel suo secolo. Riprese il canto: «Quando passi…

  • Esplorazioni,  Guide,  Racconti,  Storia

    Marinai per la pelle, mare e odor di pece

    L’EPOCA EROICA DELLA VELA CAPITANI E BASTIMENTI DI GENOVA E DELLA RIVIERA DI PONENTE NEL SECOLO XIX di Gio Bono Ferrari Gio Bono Ferrari (2 maggio 1982 – 26 ottobre 1942) è autore di tre libri sulla vita marinara ligure; il più noto è “La città dei mille bianchi velieri Camogli” (1934) che ricorda il grande passato della cittadina e la sua ricchezza costruita sugli oceani ed arenatasi con l’avvento del vapore. “L’epoca eroica della Vela” è forse il più importante libro italiano di mare: non è un romanzo, non un saggio, non un diario, non una guida, non un elenco di navi (o meglio barchi), di capitani, di marinai,…

  • Esplorazioni,  Racconti,  Storia

    Di nuovo cattivo tempo: gran rollio e mare in coperta

    AUDACIE SUI MARI ARDIMENTI DI NAVIGATORI, AVVENTURE DI PIRATI E DI TRAFFICANTI DI CARNE UMANA di Pino Fortini Pino Fortini è uno dei pochi scrittori che hanno tenuto viva una letteratura marinara in Italia. La sua conoscenza della storia del mare e dell’ambiente marino, le sue navigazioni, il suo incessante contatto con gli aspetti e i problemi del traffico marittimo, sono le basi della sua opera giornalistica e letteraria. Di lui non abbiamo trovato alcun cenno biografico. Non sappiamo quando sia nato e neanche quando sia morto. E’ stato come cancellato dalla memoria collettiva. Ma Pino Fortini fa parte, forse ultimo di loro, di quei scrittori italiani di mare che…

  • Racconti

    Chi lava la testa all’asino perde il tempo e il sapone

    “Sulla montagna: racconto” Caterina Pigorini Beri In quella parte d’Italia così bella e pittoresca che si stacca dalla marina adriatica co’ suoi colli feraci coperti d’ulivi e di castagni, dove una gente mite e di gentile sangue etrusco sente scrosciare la Nera spumeggiante, viveva nella casetta de’ suoi padri Antonio il boscaiolo. Scrittrice, nata a Fontanellato (Parma) nel 1845, figlia del medico condotto e sorella del famoso paletnologo Luigi Pigorini e morta in Roma il 26 marzo 1924. Autodidatta, fu insegnante nelle Scuole femminili di S. Paolo, di Macerata, poi (1870) direttrice della R. Scuola normale di Camerino. Si occupò di letteratura, di storia, di morale, di arte, di politica;…

  • Biografie

    Giuseppe Garibaldi e Jack La Bolina

    La vita e le gesta di Giuseppe Garibaldi narrate da Jack La Bolina (Vittorio Vecchi) precedute da una lettera di Giosuè Carducci Narro, non fo commenti; ma della verità di ciò che narro, mi fo garante. Così scrive Vittorio Vecchi e, tra le innumerevoli biografie dell’Eroe dei Due Mondi, questa è senz’altro la più vera, poichè narrata da colui che fin da piccino ebbe modo di vedere e ascoltare Garibaldi, frequentatore della casa paterna. Il padre, Augusto Vecchi, è stato infatti uno dei principali collaboratori di Garibaldi ed un intero capitolo del libro, Garibaldi e Caprera, è scritto dal padre. Garibaldi chiamava familiarmente Vittorio lo scrittore, trattandolo come un suo…

  • Racconti

    Venivamo da dove i bastimenti nascono dalle spiagge

    Capitan Dodèro Una notte bizzarra novelle di Anton Giulio Barrili Nel bel paese di Quinto dove gli uomini nascono marinai, diventano capitani di lungo corso e si riposano armatori, per invecchiar milionarii. Anton Giulio Barrili, (Savona 1836 – Carcare, 1908) è stato un patriota, scrittore e politico italiano. Segretario di Garibaldi al fianco del quale combatté in Trentino nel 1866 e a Mentana, dove fu ferito nel 1867, fu un importante giornalista e scrittore dell’epoca. Di lui Benedetto Croce scriveva: ha uno “stile limpido e scorrevole, senza stento, senza disuguaglianze e insieme accurato e corretto“, aggiungendo che “il difetto radicale, epperò gravissimo, del Barrili è che egli non prende serio…

  • Guide

    Trapani dall’oriente all’occaso, e dall’ostro al settentrione

    GUIDA PER GLI STRANIERI IN TRAPANI CON UN SAGGIO STORICO di G.M.D. FERRO Nel 1825 Giuseppe Maria di Ferro, ultimo di una nobile famiglia, Cavaliere Gerolosomitano, Tenente Colonnello del Regio Esercito e storico, pubblicava questa guida preceduta da un interessante saggio sulla storia di Trapani (da leggere e rileggere). “Δρέπανον”, “Drepanum Urbs Invictissima“, “Drepano”, “Tràpanesch”, “Trapani”, le cui origini affondano nella leggenda. Città originata dalla falce caduta a Cerere mentre sul carro trainato da serpi alati correva per il mondo alla ricerca della figlia rapita dal dio Ade; o ancora  Trapani sorta dalla falce caduta dalle mani di Saturno dopo aver evirato il padre Urano. Per altri ancora, Trapani nacque dall’amore…

  • Guide

    E le donne con gli scarpòz …

    Memorie della Carnia di Angelo Arboit Lo scarpòz è una pappuccia fatta coi ritagli di panno vecchio, per lo più nero e forte, la cui suola pure di panno, vien cucita e ricucita, e addoppiata e trapunta in modo, che possa a lungo resistere senza logorarsi. Ogni donna carnica deve sapersi fare i suoi scarpòz; e qualcheduna ne lavora di elegantissimi. Avvezzo a farti parte delle mie impressioni, parrebbemi dimezzato il piacere d’una mia gita in Carnia, se non lo dividessi con te.Datti quindi la pazienza di leggerne la lunga e particolareggiata descrizione nelle pagine che ti presento come pegno della nostra amicizia.Tu sai qual pensiero mi movesse a visitar…

  • Esplorazioni

    1907 – Pechino-Parigi in 60 giorni

    La Metà del Mondo vista da un’automobile – di Luigi Barzini Tutto è cinto da muri in Cina: l’Impero, le città, i templi, le case. L’ideale della vita cinese è una tranquilla prigionia. Uno dei più grandi giornalisti italiani, racconta l’impresa del Raid Pechino-Parigi su un’auto Itala 35/45 HP come inviato del Corriere della Sera in viaggio con il Principe Scipione Borghese ed il meccanico e autista Ettore Guizzardi. Ma il racconto di Barzini è molto di più che la cronaca di un’incredibile avventura; con umorismo e sapienza ci descrive i popoli, il sapore del fango ed il silenzio del deserto, le montagne e le città, ma si sofferma specialmente…

  • Guide

    In wagon, nella storia

    Da Napoli a Roma di Alexandre Dumas Se nel giungere alla ferrovia, la cui stazione dà sul corso Garibaldi, v’avvedete d’esser giunto un quarto d’ora prima della partenza, ed invece di starvene in uno de’ saloni, sempre noiosissimi per quanto riccamente addobbati, preferite far una piccola escursione storica nel decimoterzo, decimoquinto e decimottavo secolo, inclinate a sinistra, avviatevi per la porta della Marinella, fate cinquanta passi in una piazza che vi sembrerà a prima vista senza sbocco e vi troverete rimpetto alla chiesa di Santa Maria del Carmine, ove furono ….. Così inizia questo viaggio nelle storie e nella storia: Masaniello, Sanfelice, Corradino, Garibaldi, Ferdinando II, Annibale, Spartaco, Murat, Tristany…