• Esplorazioni

    Dello Stretto Magellanico, e della Gigantesca Nazione de’ Patagoni

    VIAGGIO INTORNO AL MONDO FATTO DALLA NAVE INGLESE IL DELFINO COMANDATA DAL CAPO-SQUADRA B Y R O N nel quale si contiene Una fedele descrizione di varj Luoghi, Nazioni, Piante, Animali ec. veduti in varie parti E PARTICOLARMENTE Una minuta, ed esatta descrizione dello STRETTO MAGELLANICO, e della Gigantesca Nazione de’ PATAGONI ED INOLTRE un accurato ragguaglio di sette Isole ultimamente scoperte nel MAR DEL SUD Pubblicato da un Ufiziale della detta Nave colle Stampe di Londra del 1767. “Gran cura, e precauzioni straordinarie furono prese ne’ preparativi di questo viaggio, il quale ha risvegliato l’attenzione di tutta l’Europa: è necessario però di far menzione di alcune circostanze precedenti la…

  • Esplorazioni,  Guide,  Racconti,  Storia

    Marinai per la pelle, mare e odor di pece

    L’EPOCA EROICA DELLA VELA CAPITANI E BASTIMENTI DI GENOVA E DELLA RIVIERA DI PONENTE NEL SECOLO XIX di Gio Bono Ferrari Gio Bono Ferrari (2 maggio 1982 – 26 ottobre 1942) è autore di tre libri sulla vita marinara ligure; il più noto è “La città dei mille bianchi velieri Camogli” (1934) che ricorda il grande passato della cittadina e la sua ricchezza costruita sugli oceani ed arenatasi con l’avvento del vapore. “L’epoca eroica della Vela” è forse il più importante libro italiano di mare: non è un romanzo, non un saggio, non un diario, non una guida, non un elenco di navi (o meglio barchi), di capitani, di marinai,…

  • Esplorazioni,  Racconti,  Storia

    Di nuovo cattivo tempo: gran rollio e mare in coperta

    AUDACIE SUI MARI ARDIMENTI DI NAVIGATORI, AVVENTURE DI PIRATI E DI TRAFFICANTI DI CARNE UMANA di Pino Fortini Pino Fortini è uno dei pochi scrittori che hanno tenuto viva una letteratura marinara in Italia. La sua conoscenza della storia del mare e dell’ambiente marino, le sue navigazioni, il suo incessante contatto con gli aspetti e i problemi del traffico marittimo, sono le basi della sua opera giornalistica e letteraria. Di lui non abbiamo trovato alcun cenno biografico. Non sappiamo quando sia nato e neanche quando sia morto. E’ stato come cancellato dalla memoria collettiva. Ma Pino Fortini fa parte, forse ultimo di loro, di quei scrittori italiani di mare che…

  • Esplorazioni

    1907 – Pechino-Parigi in 60 giorni

    La Metà del Mondo vista da un’automobile – di Luigi Barzini Tutto è cinto da muri in Cina: l’Impero, le città, i templi, le case. L’ideale della vita cinese è una tranquilla prigionia. Uno dei più grandi giornalisti italiani, racconta l’impresa del Raid Pechino-Parigi su un’auto Itala 35/45 HP come inviato del Corriere della Sera in viaggio con il Principe Scipione Borghese ed il meccanico e autista Ettore Guizzardi. Ma il racconto di Barzini è molto di più che la cronaca di un’incredibile avventura; con umorismo e sapienza ci descrive i popoli, il sapore del fango ed il silenzio del deserto, le montagne e le città, ma si sofferma specialmente…

  • Esplorazioni

    Sulla Montagna di ghiaccio

    LA SPEDIZIONE DI S.A.R.il Principe Luigi Amedeo di SavoiaDUCA DEGLI ABRUZZIAL MONTE SANT’ELIA(ALASKA) Filippo De Filippi “C’è una grande quiete nel pomeriggio luminoso. Il ghiacciaio mormora col fruscio dei piccoli rigagnoli che colano nelle crepaccie, echeggia per il colpo secco di qualche sasso che cade dai seracchi. Si sente come una vita nascosta, una disgregazione, uno sconvolgimento lento, ma continuo, mentre l’occhio non trova che immobilità nella grande massa rappresa, e nulla rivela lo sforzo enorme dei milioni di tonnellate di ghiaccio che lentamente scendono al basso. Il ghiacciaio è tutto coperto di neve; agli orli, i seracchi, sporchi di detriti, formano una linea scura che accenna a morene marginali.”…

  • Esplorazioni

    Vento e neve, neve e vento

    In Alto di Paolo Lioy In viaggio in alto, e poi? “Ma qui si è muti con tutto il mondo. Si è soli, soli!“ Penso non esista altro libro come questo. Paolo Lioy, ti prende per mano, e ti conduce “In Alto” passando per prati e boschi, paesi e rifugi, torrenti e laghi, neve e ghiacciai. E camminando incontri fiori, piante e alberi, insetti, uccelli, marmotte e camosci, uomini e donne, alpinisti e guide. “Che altezze sono poi queste del Cervino, del Rosa, del Pelmo, dell’Antelao, del Cervino, del Gran Paradiso, del Monte Bianco?” “Attenti quando il cielo diventa plumbeo quando il freddo si fa più intenso , quando si…

  • Esplorazioni

    Ricordi di viaggio di una donna dell’800

    Lagune, Monti e Caverne Ricordi dei miei viaggi Aurelia Folliero de Luna in Cimino Le meraviglie del mare, che Figuier descrive con tanta eloquente ammirazione, i ghiacci eterni, le cime inaccesse del monti più eccelsi, le vergini foreste del nuovo mondo, come i deserti sconfinati e i campi fiammiferi di Baku , spaventoso campo di morte pel misero viaggiatore, descritti da penne poetiche e veridiche, invogliarono non pochi ai viaggi perigliosi e fornirono argomento e pagine ammirabili alla letteratura descrittiva. Un piccolo libro; racconti di viaggio di una napoletana di origine spagnola, ben inserita nel mondo culturale dell’800, Venezia e da Napoli in ferrovia a Castellamare, Foggia, Bari e poi…

  • Esplorazioni

    Piccozza, fune e ramponi

    Dalla vita di un alpinista di Julius Kugy Dal Tricorno e il Jôf del Montasio nelle Alpi Giulie, dal Cristallo, alla Cima Lavaredo, all’Antelao ed al Sorapis nelle Dolomiti, dal Monte Rosa al Monte Bianco, dal Cervino al Gran Paradiso, dal Monviso al Delfinato. E poi mille cime, ghiacciai e creste. La vita di un alpinista …. Imparai a conoscere solo molto più tardi tutte queste comodità dell’alpinista moderno. Per molto tempo non conobbi le scarpe da roccia; sui lastroni ci levavamo semplicemente le calze e le scarpe e s’andava scalzi. Non conoscevo i ramponi a cerniera, ma portavo i ferri pesanti a lunghi rebbi, tutti d’un pezzo, degli spaccalegna,…

  • Esplorazioni

    Nel Mare Artico 1899 – 1900

    LA “STELLA POLARE” NEL MARE ARTICO — 1899-1900 — S. A. R. Luigi Amedeo di Savoia, Duca degli AbruzziU. Cagni – A. Cavalli Molinelli Poco più tardi ci trovavamo in mezzo alle pressioni che parevano venire da ogni direzione. Il ghiaccio cigolava da tutte le parti, e si incavalcava, e rumoreggiando ergeva dighe: canali serpeggianti si aprivano e ove altri si richiudevano nuove dighe s’innalzavano. Mai avevo veduto il ghiaccio così vivo, così palpitante, così minaccioso. I cani intimoriti guaivano e si arrestavano; noi li spingevamo colla voce e affannosamente aiutavamo or una slitta or l’altra. Finalmente raggiungemmo le guide che si erano fermate su di una piccola spianata di…

  • Esplorazioni

    Nave Caracciolo: una pirocorvetta in giro per il mondo

    Viaggio di circumnavigazione della Regia Corvetta “Caracciolo” negli anni 1881-82-83-84 Comandante Carlo de Amezaga La pirocorvetta Caracciolo venne riarmata a Napoli il 16 novembre 1881 ed il 27 del mese si trasferì a Pozzuoli, da dove poi salpò il 30 novembre, al comando del capitano di fregata Carlo De Amezaga. Nei tre anni seguenti la Caracciolo compì il giro del mondo, totalizzando 35.374 miglia trascorse in mare (di cui 16.222 di navigazione a vela), con scopi diplomatici, scientifici, addestrativi, commerciali ed idrografici, superando varie difficoltà e toccando spesso località scosse da guerre od epidemie, sperimentando la nuova rotta apertasi grazie al canale di Suez. Toccò Gibilterra, Madera, le isole di…