Esplorazioni

Pel grande Oceano e intorno al globo

Il terzo viaggio di James Cook

di James Cook

“Abbiano creduto d’incaricarvi della presente spedizione, nominandovi comandante del primo dei due sopraindicati vascelli, e prescrivendo al capitano Clerke che comanda il secondo, di uniformarsi alle vostre disposizioni. Coi predetti vascelli vi renderete immediatamente al Capo di Buona Speranza, a meno che non trovaste necessario il fermarvi a Madera, alle isole del Capo Verde, o alle Canarie per provvedervi di vino o rinfreschi, nel qual caso il vostro soggiorno ne’ suddetti porti non dovrebb’essere più lungo del bisogno che lo producesse.

Giunto al Capo di Buona Speranza imbarcherete sui vostri bastimenti quanti viveri ed acqua vi si potranno contenere, e procurerete di partirne alla fine di ottobre,  o all’incominciare del prossimo novembre. Vi rivolgerete al sud in traccia di quelle isole, che dicensi ultimamente scoperte dai Francesi ed esistenti a 48° di latitudine verso il meridiano dell’isola Maurizio (…) vi affretterete di giungere a Taiti ed alle isole della Società, toccando, se il credete ben fatto, la Nuova Zelanda.

E-book di Dominio Pubblico, formato EPUB e MOBI per Kindle, da scaricare gratuitamente

Obiettivo: il passaggio a nord-ovest

Il racconto, fra i più belli della storia della marineria e delle esplorazioni, si interrompe al capitolo X che inizia con questa frase: “Lasciata Bolabola prendemmo la direzione del nord. Erano diciassette mesi, che lungi eravamo dalla patria, e può dirsi, che allora incominciava il nostro viaggio.”

James Cook non ebbe il tempo di scrivere il seguito; fu infatti ucciso poco tempo dopo.

IL PRIMO VIAGGIO (1768-1771)
Nel 1766, la Royal Society lo incaricò di effettuare un viaggio
nell’Oceano Pacifico per osservare il transito di Venere davanti al Sole. James Cook salpò da Plymouth, nei primi mesi del 1768 al comando della nave HM Bark Endeavour, (il cui nome fu di ispirazione per la navetta spaziale Space Shuttle Endeavour) alla volta del Pacifico diretto verso l’isola di Tahiti.

IL SECONDO VIAGGIO (1772-1775)
A Cook fu nuovamente commissionato da parte della Royal Society un
viaggio alla ricerca della Terra Australis. Nonostante lo scetticismo e l’insuccesso del primo viaggio, Dalrymple si rifiutava di credere che non esistesse un continente meridionale. Cook assunse il comando della HMS Resolution mentre Tobias Furneaux comandava la HMS Adventures.

IL TERZO VIAGGIO (1776- 1779)
Nel suo ultimo viaggio Cook era nuovamente al comando della Resolution, mentre il capitano Charles Clerke era al comando della HMS Discovery. Lo scopo dichiarato del viaggio era quello di riaccompagnare O-May a Tahiti; il vero obiettivo: il passaggio a nord-ovest.

Immagine: Le navi di Abel Tasman, la Zeehaen e la Heemskerck, vicino alle Isole dei Tre Re, con due uomini Maori delineati sullo skyline. Incisione di Frederik Ottens del 1720, su disegni di Isaac Gilsemans, fatti nel viaggio di Tasman in Nuova Zelanda nel dicembre 1642.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *