Guide

Trentino, Alto Adige con Ampezzo e Livinallongo

TRENTO E TRIESTE
Dal Brennero alle rive dell’Adriatico

nella storia, nella natura, nella vita degli abitanti

di Attilio Brunialti

Ecco a tutti voi un libro raro, introvabile, pubblicato nel 1916 da UTET: un’opera in tre volumi di cui presentiamo il primo dedicato a quelle province che di lì a poco, dopo una tragica guerra, sarebbero diventate parte dell’Italia.

Pur essendo un libro irredentista, nel senso che dichiara più e più volte l’italianità di Trento, Bolzano, della Val Venosta, della Val Pusteria, di Cortina d’Ampezzo e di Livinallongo…. è un bel libro. Un libro da leggere con la cartina geografica sotto gli occhi per seguire le catene di monti, i fiumi, per individuare paesi e villaggi, per sognare le camminate e ricostruirne i sentieri, per immergersi nei paesaggi, nella cultura, nell’arte, nella storia di un pezzo splendido del mondo.

Probabilmente siamo i primi a farne un’edizione digitale (logicamente senza le foto ingiallite dal tempo), ma forse anche i primi a riproporlo dal 1916. Eppure, per chi conosce almeno parte di quelle terre, leggendolo si ritrova e cerca di individuare i cambiamenti.

E-book di Dominio Pubblico, formato EPUB e MOBI per Kindle, da scaricare gratuitamente

Il gruppo dell’Ortler ha vaste vedrette e più di sessanta ghiacciai da quello immenso del Forno, che si protende nel Regno sulle valli di Bormio, e dal ghiacciaio di Sulden, che ritroveremo con le sue immani rovine nell’Alto Adige, alle incantevoli vedrette che hanno colla cima il nome caro di Venezia.”

Per chi non conosce, è l’occasione di fare un viaggio per montagne e valli a volte poco conosciute ancora oggi:

“A cominciare dalla Cima Falla (Gfallenspitz, 2972 m.) si fa più vasto e frequente il candore delle vedrette. Sul passo a cui fa capo il vallone di Cadipietra domina in alto l’acuta, splendida, seducente Cima Conio (Keilbachspitze, 3092 m.), nome comune della vetta, delle vedrette, del passo, della valle, e di un gruppo di casolari: l’aspro giogo conduce a Stillupp, un vallone confluente della Zillertal. La parte centrale delle Aurine, come si può ammirare da Cadipietra, è tutta scintillante di superbe vedrette e si vanta come la più bella della catena.”

Lo classifichiamo fra le Guide perché può essere una guida per i nostri viaggi, ma potrebbe essere un libro di geografia, di storia, di economia. Potrebbe anche essere un libro di montagna, un libro di antropologia, una raccolta di poesie e leggende, di storie e di vita. Ed è strano leggere di luoghi che ancora dovevano essere travolti dalla guerra che era appena iniziata al momento dell’edizione del 1916.

Buona lettura a tutti e speriamo con pazienza di riuscire nella lunga opera di edizione anche degli altri due volumi già in nostro possesso; trascriviamo di seguito il piano dell’opera:

TRENTO E TRIESTE – Piano dell’Opera di Attilio Brunialti
Libro I
PARTE PRIMA – Il Trentino
PARTE SECONDA – L’Alto Adige con Ampezzo e Livinallongo.

Libro II
PARTE TERZA – Il Friuli orientale.
PARTE QUARTA – Trieste e la Carsia

Libro III
PARTE QUINTA – L’Istria e San Marco
PARTE SESTA – Fiume e il Quarnaro
PARTE SETTIMA – La Dalmazia

Immagine: Joseph Anton Koch 1819 – La sommossa dei tirolesi 1809

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *