Racconti

L’aria viva del ghiacciaio si mesce al profumo dei prati

Alpinismo a quattro mani

di Guido Rey e Giovanni Saragat

Uno dei primi libri di racconti della storia dell’alpinismo e della montagna scritto dall’alpinista e scrittore Guido Rey e dall’avvocato e giornalista Giovanni Saragat (padre di Giuseppe Saragat, futuro presidente della Repubblica) e pubblicato nel 1898.

Io credetti, e credo, la lotta coll’Alpe utile come il lavoro, nobile come un’arte, bella come una fede” (G.R.)

Poesia:
È una calma grandiosa: l’aria viva del ghiacciaio si mesce al profumo dei prati, il lieve gorgogliare dei ruscelli al rombo maestoso della valanga che tratto tratto scuote l’aria sonora. Chi ama l’erbe molli e lo spettacolo della natura in quiete, o l’aria vibrata dell’alte regioni e la natura sconvolta del ghiacciaio, vada lassù a passare qualche ora in quell’angolo remoto, al confine di due regioni diversissime fra loro, ove la vicinanza dell’una sembra dare risalto ai caratteri dell’altra. Ce n’è per coloro che desiderano il riposo nella quiete, come per coloro che cercano nella fatica un riposo più forte. La montagna è fatta per tutti, non solo per gli alpinisti.

E-book di Dominio Pubblico, formato EPUB e MOBI per Kindle, da scaricare gratuitamente

Ironia:
Le partenze in montagna sono sempre clamorose; ma poi, mano mano che si procede e comincia sulle rocce la ginnastica dei muscoli, i discorsi e le osservazioni si fanno più rare, e alle prese con le rocce ciascuno in cuor suo si chiede se valeva la spesa di lasciare la città e perdere sonno e spendere quattrini per fare di tali facchinaggi nell’ora in cui in città ed in villa tutti dormono placidamente.

“Alpinismo a quattro mani” è il primo di due volumi composti da Giovanni Saragat e Guido Rey e rappresenta una novità che contribuisce a modificare il genere del récit d’ascension: aggiunge al resoconto della scalata in montagna l’elemento d’invenzione letteraria e porta situazioni e personaggi narrativi fino alle alte quote. Il successo dell’opera spinse gli autori a rinnovare l’esperimento pubblicando, nel 1904, un secondo volume di racconti intitolato “Famiglia alpinistica. Tipi e paesaggi”.  (da: sardegnadigitallibrary)

Immagine: Leonardo Roda 1868–1933 – Il Cervino, parete nord

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *