Storia

Viaggiare nella storia

Nuovo viaggio in Oriente

Alphonse de Lamartine

Nouveau Voyage en Orient (1853), scritto dopo un soggiorno in Asia Minore, dove Lamartine s’illuse di sfruttare un terreno concessogli dal sultano è solo in piccola parte la cronaca di un viaggio in una terra da lui amata.

In gran parte è un viaggio nella storia d’oriente dove due personaggi emergono con prepotenza:

Mahmud II anche noto come Maḥmūd ‛Adlī, “Mahmud il Giusto” (Istanbul 1789 – 1839) che fu il trentesimo sultano dell’Impero ottomano, in carica dal 1808 al 1839.

Tīmūr Barlas, ossia Timur “lo zoppo”, italianizzato in Tamerlano (1336-1405) un condottiero turco-mongolo, che tra il 1370 e il 1405 conquistò larga parte dell’Asia centrale e occidentale, fondando uno fra i più estesi imperi della storia umana (dai Balcani, all’India, dall’Egitto alla Russia).

Da leggere con piacere l’ultimo capitoletto nel quale, costretto a fermarsi per alcuni giorni in un lazzaretto prima di sbarcare nella sua Francia, ne apprezza il momento di distacco dal mondo e termina dicendo:

“Ecco quello che è per me il soggiorno in un lazzaretto.

Io non mi sono lagnato che di una sola cosa in quei conventi dell’oblio e della noncuranza: gli è che la porta si riapre ben presto alle speranze, alle cure ed alle agitazioni del mondo. Quando si depone la vita si sente quanto essa pesa; e quando si riprende si sente ben maggiormente! “

Immagine: Osman Hamdi Bey, A Young Emir Studying 1878

… vi consigliamo inoltre

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *