About

Perchè “Otto Venti”?

Un’immagine poetica di grande valore simbolico è quella del vento, presente, con diverse variazioni, nei testi di autori antichi e moderni.

«E come il vento / odo stormir tra queste piante, io quello / infinito silenzio a questa voce / vo comparando: e mi sovvien l’eterno…».

Questo legame tra il vento e il fluire del tempo è attivo nella metafora proverbiale del “vento della storia”: il vento del progresso, che sconvolge le esistenze personali, il vento dell’inatteso, dell’inaspettato, dell’imponderabile che pervade le vicende storiche, individuali e collettive.

A volte è «segno di vitalità positiva»; a volte, invece, è la «perturbante manifestazione di una realtà esterna ostile».

Ma è anche il vento che «spazza l’aria, / divelle gli arbusti, strapazza i palmizi»; esso è «un urlo solo, un muglio / di scerpate esistenze»

Ma è ancora “...vento d’uragano, e viene dalla notte. Piomba nel portico, lo attraversa, oltrepassa fischiando i cancelli“, ed altre volte lascia elettrizzati «dal vento, dal mare, dai pazzi mulinelli della sabbia».

Il vento come portatore di vita: “I venti disseminano sui graniti e sui porfidi i piccoli fiorellini ai quali per germogliare basta una goccia d’acqua sull’umida polvere dei licheni appassiti.”

Gli otto venti, sono quelli che vanno e vengono da ogni angolo del mondo, che travolgono, accompagnano, puliscono, portano e sconvolgono: Tramontana, Grecale, Levante, Scirocco, Ostro, Libeccio, Ponente e Maestrale.

“Gli otto venti”, sintetizzano il turbine dell’esistenza: nel buddismo essi sono le circostanze contrapposte di prosperità e declino, onore e disonore, lode e biasimo, sofferenza e piacere.

Sono i venti che ritroviamo in ogni libro che sfogliamo e che a volte spargono i fogli delle nostre esistenze.

Noi

. OttoVenti è un esperimento editoriale sviluppato in maniera semplice e volontaria

L’idea

Sviluppare i seguenti aspetti:

  1. Pubblico dominio: individuare, selezionare, editare e pubblicare libri di “pubblico dominio” (autore e traduttore) in maniera gratuita e a disposizione di tutti;
  2. Tradurre autonomamente e pubblicare libri di “pubblico dominio” il cui traduttore non abbia concesso i propri diritti;
  3. Proporre una selezione di libri non di “pubblico dominio” attraverso editori ufficiali;
  4. Selezionare e pubblicare libri in maniera totalmente autonoma

Visita la pagina: “Pubblico dominio”

Visita la pagina: “Cookies e privacy”

Follow by Email